Stavolta sperimento un nuovo dolcificante artificiale, Sukrin, da poco approdato nel mercato italiano, ma diffusissimo all’estero, consente di soddisfare il desiderio di dolce senza apportare nessuna caloria
Sukrin non induce alcun incremento della glicemia, non aumenta il rischio di carie e, dettaglio nient’affatto trascurabile, ha il sapore e l’aspetto dello zucchero, addio dunque a retrogusti strani che a volte alterano senza rimedio il gusto delle nostre migliori preparazioni.
La ricetta di oggi è senza glutine, semplicissima e con valori nutrizionali che non vi faranno pentire di averli assaggiati. Sono ideali a colazione o nel post workout.




250 grammi di yogurt greco ( io uso quello fatto in casa con il metodo che trovate a questo link )
200 grammi di albume
1 tuorlo
25 grammi di farina di mandorle
20 grammi di cacao amaro
75 grammi di proteine in polvere neutre o al cacao ( io ho usato 50% whey e 50% caseinate) 

25 grammi di Sukrin

Scaldate il forno a 180°C e preparate una teglia da forno ungendola con un velo di olio spray.
Con l’aiuto delle fruste mescolate tutti gli ingredienti, avendo cura di non lasciare grumi.
Versate l’impasto dei brownies proteici nella teglia e infornate per 20-25 minuti.
Il tempo di cottura può variare in base alle differenti proteine utilizzate, tenete d’occhio il forno e fate la prova dello stecchino.
Fate raffreddare completamente prima di tagliare il dolce in 12 brownies proteici.

Valori nutrizionali ( approssimativi) per ogni brownie proteico:
70 calorie
13 grammi di proteine
1,5 grammi di carboidrati
2,2 grammi di grassi
1,5 grammi di fibre

Facebook Comments
4 Comments

4 Comments on Brownies proteici allo yogurt greco senza glutine

  1. Araba Felice
    14 gennaio 2014 at 6:11 (3 anni ago)

    Qui trovo un dolcificante simile che finalmente mi soddisfa molto come gusto. Proverò!

  2. Fuly
    23 gennaio 2014 at 8:57 (3 anni ago)

    Ciao Noe, ho fatto un giro su internet ho trovato l’eritritolo in barattolo,
    in un sito per prodotti per gelato posso usarlo allo stesso modo? Ti chiedo
    inoltre una curiosità perchè anche io ero solita scolare lo yogurt per avere
    una consistenza uguale a quella dello yogurt greco, però mi sono sempre domandata se ottengo
    un prodotto con uguali valori nutrizionali , perchè nello yogurt greco c’è un alta
    percentuale di proteine mentre in quello che mettevo a scolare la percentuale
    è diversa. Grazie mille Fulvia

    • Noe P
      23 gennaio 2014 at 11:29 (3 anni ago)

      Ciao Fulvia, ben tornata, l’eritritolo è perfetto, in alternativa puoi usare stevia, ciclammato o , se le tue proteine sono già abbastanza dolci, puoi anche non usare nessun dolcificante.
      Per quanto riguarda le proteine nello yogurt greco realizzato a casa considera che sottraendo acqua allo yogurt di partenza ( circa il 50% in peso, più o meno) le proteine e le altre sostanze nutritive risulteranno concentrate nel prodotto finale, quindi rispetto ai valori di partenza riportati in etichetta ti ritroverai con un prodotto con valori quasi raddoppiati a parità di peso 🙂
      Se non mi sono spiegata a sufficienza chiedi pure :*

    • Fuly
      23 gennaio 2014 at 20:06 (3 anni ago)

      Grazie mille